Modellismo ferroviario – La manutenzione del plastico

Gli accessori per la manutenzione del plastico

Come pulire i modelli e i binari. Cosa ci serve?

Se vogliamo mantenere bello e funzionante nel tempo il nostro plastico, dobbiamo ricordarci che la manutenzione è essenziale.

Per fortuna, pulire i nostri modellini non è noioso come spolverare casa, ma comunque è necessario per tenerli sempre efficienti e continuare a divertirci a far girare i treni sul nostro plastico per molti, molti anni.

La pulizia del plastico

Come prima cosa, bisogna ricordare che la polvere è il nemico numero uno: se si accumula sui binari rende difficile la captazione del treno.

Il modo più semplice per evitare che la polvere rovini la funzionalità del nostro plastico è utilizzare periodicamente un vagone pulisci rotaie.

Questi vagoni particolari hanno sotto una spugna molleggiata e quando vengono trainati dal locomotore riescono a pulire in maniera precisa tutte le parti del binario.
I carri pulisci rotaia sono disponibili per le diverse scale e alcuni sono anche piacevoli esteticamente.

Un sistema ancora più semplice sono le spugne universali, da attaccare agli assi di un qualsiasi vagone. Rispetto al carro però sono meno precise e meno delicate.

Una volta rimossa la polvere con vagone o spugnetta, bisogna togliere il residuo con uno straccio o una aspirapolvere.

Ci sono poi dei sistemi di pulizia ancora più sofisticati. Come questo vagone pulizia di Mabar Tren, che unisce la spugnetta a una soluzione pulente specifica e a un disco abrasivo, per una pulizia davvero profonda ed efficace dei binari.

Dopo aver visto come pulire il plastico, passiamo alla manutenzione dei treni.

La pulizia dei modellini ferroviari

Sia nel caso di treni che facciamo girare poco, sia che vengano tenuti solo in esposizione, i treni vanno mossi ogni tanto per evitare blocchi.

Se non abbiamo a disposizione spazio, la soluzione è un banco rulli.
Belli e funzionali, i banchi prova possono essere utilizzati sia in continua sia in alternata e con sistema digitale o analogico.
Si posizionano le ruote motrici sui rulli e una volta attivato il banco prova, possiamo far “muovere” la nostra locomotiva, provandone anche i vari effetti come suono, fumo, luci, etc.

Oltre ai banchi prova, che hanno altre funzioni oltre che quella di manutenzione, ci sono i dei sistemi specifici che nascono per la pulizia dei modelli, come i banchi pulisci ruote. Questi non hanno dei rulli ma delle molle,che girando vanno a raschiare la ruota eliminando davvero a fondo le impurità.

Ci sono poi tanti altri piccoli interventi che non riguardano solo la pulizia. Abbiamo visto ad esempio come digitalizzare lo scambio (vedi il video). Spesso queste operazioni interessano viti davvero piccole o incastri particolari, per questo avere gli strumenti giusti rende la vita più facile e ci permette anche di rischiare meno danni improvvisando.

In commercio ci sono comodissimi kit utensili, con tutti i tipi di cacciavite e le piccole esagonali con le misure tipiche delle locomotive, la pinzetta e altri attrezzi indispensabili per il modellismo.

Infine, le locomotive vanno lubrificate? Sì, ma con attenzione, senza esagerare, con prodotti specifici.

Ora che abbiamo visto i tanti accessori che vi aiuteranno a mantenere plastico e treni in perfetta forma, non resta che ricordarsi di farlo periodicamente 🙂

Se ti è piaciuto questo articolo, lasciaci un commento o raccontaci la tua esperienza!

E ovviamente, per qualsiasi informazione, scriveteci su info@artuffo.com! Saremo felici di poterti dare i migliori consigli per accompagnarti in questa nuova avventura!

In questo articolo abbiamo parlato di:

Mabar tren 81804

Trix 15500

Marklin 46010

Noch 60158

Piko 55281

Marklin 78151

Lux Modellbau 9301

Marklin 66623

Modellismo ferroviario – La manutenzione del plastico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *