Il Coccodrillo Märklin Insider è arrivato: ecco la sua storia!

È lui, è il Coccodrillo Märklin Insider 2018
È lui, è il Coccodrillo Märklin Insider 2018

Dici “Coccodrillo” e tutti si illuminano: del resto, è forse la locomotiva elettrica più iconica di sempre, dalla sagoma inconfondibile e con un secolo di cose da raccontare.
Il primo Coccodrillo fu infatti costruito a partire dal 1919 in Svizzera, tra Winterthur e Zurigo, per essere messo su rotaia nel 1920: a 99 anni dai primi progetti Märklin ha deciso di dedicare alla Ce 6/8II 14282 il modellino Insider dell’estate 2018.

Continue reading “Il Coccodrillo Märklin Insider è arrivato: ecco la sua storia!”

Il Coccodrillo Märklin Insider è arrivato: ecco la sua storia!

La storia della Märklin Metall – e la nostra splendida collezione

Märklin è un nome con cui qualunque modellista prima o poi si scontra: si può dire che il modellismo diventa “di massa” proprio grazie alla casa di Göppingen, sin dal lontano 1891 – anno in cui fu prodotto il primo trenino giocattolo.
Dunque un fiorire di Scala H0, e poi N, e poi l’invenzione della Scala Z per i modellisti con poco spazio e grande passione.
Non tutti, invece, sono al corrente della serie Märklin Metall, ed è un gran peccato.

Leggi tutto

La storia della Märklin Metall – e la nostra splendida collezione

Robel 54.22: hai mai visto un trenino con gru mobile?

Fondata a Monaco di Baviera nel 1901, la ditta Robel è una delle più prestigiose aziende mondiali per macchine e attrezzature per l’edilizia ferroviaria.
Oggi la Robel è un colosso: è presente con i suoi macchinari in più di 70 Paesi, ed è uno dei player più accreditati per la “produzione e fornitura di soluzioni complesse per i cantieri ferroviari tecnicamente esigenti”, come recita il loro sito internet.

Leggi tutto

Robel 54.22: hai mai visto un trenino con gru mobile?

Le radici della Étoile du Nord

Parigi negli anni ’20.

La Stella del Nord è un treno con una storia consistente, che affonda le radici nel periodo tra le due guerre mondiali: nel 1924 – anno del primo viaggio della Étoile du Nord, l’aria che si respira in Europa è strana. Nessuno vuole tornare in guerra, tutti sanno che è solo questione di tempo: il Trattato di Versailles del 1919 ha chiuso bruscamente la Grande Guerra, umiliando la Germania e gettando le basi per la catastrofe successiva.

Leggi tutto

Le radici della Étoile du Nord

La DB 103.1: l’immortale eroina del Parsifal

La competitività del servizio è sempre stata la principale leva di aggiornamento dei sistemi ferroviari: una corsa non solo su se stessi, ma soprattutto nei confronti delle altre categorie di trasporto, verso l’alto (gli aerei) e verso il basso (le automobili).
Fu proprio il progresso della motorizzazione di massa a far sorgere l’esigenza, a metà anni ’60, di aumentare le prestazioni medie dei treni a medio-lunga percorrenza: la Germania rispose a questa necessità mettendo in cantiere, letteralmente, la serie DB 103.1.

Continue reading “La DB 103.1: l’immortale eroina del Parsifal”

La DB 103.1: l’immortale eroina del Parsifal

E 626: scopri l’ultima offerta Le Models

E 626 Oggi vi raccontiamo dei ruggenti anni ’20: ovviamente di champagne e cocotte ci interessa il giusto; da queste parti siamo più attratti da cosa, come e perché viene messo su rotaia.
Proprio negli anni ’20 ci si proietta verso un genere di locomotrici di nuova concezione, capaci di utilizzare l’ultimo, rivoluzionario ritrovato della tecnologia: l’elettricità.
Da una parte i Trifase, dall’altra progetti paralleli per utilizzare al meglio questa nuova sorgente di energia motrice: ecco come nascono le locomotive del gruppo E 626, le capostipiti del sistema di alimentazione in corrente continua a 3000V.

Leggi tutto

E 626: scopri l’ultima offerta Le Models

La Artuffo E 570 trifase: una serie storica

La "flotta" dei 4 trifase E 570 marchiati Artuffo - Artuffo E 570 trifase
La “flotta” dei 4 trifase E 570 marchiati Artuffo

CLICCA QUI PER SCOPRIRE L’OFFERTA

LA STORIA DELLA ARTUFFO E 570 TRIFASE – Gli anni d’oro delle locomotive a vapore iniziano a vedere la fine: già negli anni ’20 le ferrovie dei vari Paesi stanno valutando alimentazioni differenti dal carbone, carburante costoso e di non semplicissimo reperimento. L’approvvigionamento del carbon fossile, infatti, è soggetto a una serie di variabili non banali, che nei casi più estremi ha portato niente meno che a tensioni addirittura geopolitiche.
In un’Italia pervasa dalle spinte futuriste si comprende già la direzione che prenderà il domani: spostamenti rapidi, di massa, frequenti. E il carbone non basterà più.

Continue reading “La Artuffo E 570 trifase: una serie storica”

La Artuffo E 570 trifase: una serie storica

FS D.342: una storia di sorelle anni ’50

Alla fine degli anni ’50 le Ferrovie dello Stato decidono di mettere in produzione il modello D.342: bisogna mettere 20 motrici su rotaia, e farlo con una qual certa premura.
Lo scopo del gioco era ridurre le locomotive a vapore e percorrere soluzioni nuove, come ad esempio la propulsione diesel-idraulica.
Gli appalti vennero dati a quattro costruttori differenti: Fiat, Breda, OM ed Ansaldo.

Leggi tutto

FS D.342: una storia di sorelle anni ’50

Trans Europe Express TEE: tra CCCP e l’inizio dell’Unione

Märklin Golden TEE
Il capolavoro 2017 di Märklin: il Golden TEE

I TEE dovete immaginàrveli sfrecciare, con le livree rosso magenta e panna, su e giù per l’Europa, portandosi appresso nomi evocativi come “il Beethoven”, “il Jules Verne”, “il Goethe”, “l’Erasmo”, “il Moliére”, “il Friederich Schiller” : la créme della cultura europea degli ultimi 500 anni messa su rotaia.

Ci voleva un matto, nel 1957, a tirare una riga sulla Seconda Guerra Mondiale chiusa una dozzina di anni prima e decidere che sì, forse i binari – se visti dall’alto – potevano anche rassomigliare a dei punti di sutura attraverso cui ricucire il Continente nel modo più duraturo possibile: lasciando viaggiare le persone. Leggi tutto

Trans Europe Express TEE: tra CCCP e l’inizio dell’Unione